333 660 4102 info@lapelandra.it

Quando ci chiedevano perché ci si andasse, allora raccontavamo di come ci avessero sedotto gli ori e gli stucchi e di come il fascino sontuoso delle sue chiese barocche sposasse, nel godimento dei sensi, il vino rosso rubino e la musica che incanta.